stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
logo del comune
Città di Vigone
Stai navigando in : Il Comune > Gli Uffici > POLIZIA MUNICIPALE

ico_vigili.png
POLIZIA MUNICIPALE

Modulistica


Comunicazione cessione di fabbricato
comunicazione ospitalità cittadino extracomunitario
Contrassegno speciale per la circolazione e la sosta di veicoli che trasportano invalidi
domanda occupazione suolo pubblico
GUIDA SOTTO L'INFLUENZA DELL'ALCOOL - TABELLA ALLEGATA AL DM 30 LUGLIO 2008
Modello per comunicazione dati del conducente - Patente a punti CDS
Orari di esercizio delle sale giochi autorizzate e degli orari di funzionamento degli apparecchi con vincita in denaro installati negli esercizi autorizzati ex art. 86 e 88 del TULPS

Regolamenti


Regolamento di Polizia Rurale (Del. C.C. 67 del 23.12.2014)
Inserito sul sito il 24/12/2014 alle ore 18:03:08 per numero giorni 911
Regolamento comunale per la costituzione del gruppo Volontari Civici del Comune di Vigone
Inserito sul sito il 11/06/2013 alle ore 16:22:28 per numero giorni 1472
Regolamento Comunale di Protezione Civile
Inserito sul sito il 10/06/2013 alle ore 16:22:10 per numero giorni 1473
Regolamento comunale per la disciplina della videosorveglianza sul territorio comunale
Inserito sul sito il 11/10/2012 alle ore 16:22:39 per numero giorni 1715
Regolamento Polizia Urbana
Inserito sul sito il 08/06/2011 alle ore 10:43:37 per numero giorni 2206
Modifica Regolamento Polizia Urbana - sanzioni
Inserito sul sito il 10/12/2008 alle ore 10:25:43 per numero giorni 3116
Regolamento per attingimento idrico dal Rio Angiale
Inserito sul sito il 14/09/2006 alle ore 18:05:23 per numero giorni 3934

Come fare per


L'ufficio affissioni tel. 011.9804269 (interno 201 sig.ra SITO) ricevimento al pubblico :vedi orario uff.anagrafe.

Entrata in vigore della nuova legge regionale n. 18 del 19.07.2004 relativa a : identificazione elettronica degli animali da affezione.


ANAGRAFE CANINA DAL 5 NOVEMBRE 2004 ARRIVANO I MICROCHIP

1) La nuova Legge Regionale n° 18 del 19/07/2004 abroga la Legge Regionale n°20 del 13/04/1992;


2)  Cosa dispone la nuova Legge con decorrenza dalla data del 05/11/2004:

a) La gestione dell’Anagrafe Canina (emigrazioni, immigrazioni, decessi, iscrizioni, etc) viene trasferita all’A.S.L.10 di Via Poirino n° 9 Pinerolo (TO)- tel. 0121/235483-fax 0121/235424;

b) il cane viene identificato tramite microchip anziché con il tatuaggio che non verrà piu’ effettuato. Il Microchip viene applicato tra l’orecchio sinistro e la spalla del cane, il costo del medesimo è stato fissato in € 3,50;

c) L’iscrizione del cane avviene contestualmente all’applicazione del microchip e puó essere effettuata:

  • Presso il servizio veterinario dell’ A.S.L TO3 (previo appuntamento telefonico); 
  • Presso ambulatorio veterinario privato;

d) Entro il 60° giorno dalla nascita il cane o la cucciolata deve essere microchippata;

e) Presso la Polizia Municipale, in ossequio alla nuova normativa, ci si dovrà recare esclusivamente per:

  • denunce di smarrimento dell’animale, che il cittadino è tenuto a presentare entro tre giorni dall’evento; 
  • Segnalazioni di eventuali cani randagi rinvenuti vaganti sul territorio comunale;

f) Gli Uffici Comunali NON sono tenuti alla compilazione della scheda d’iscrizione, pertanto gli interessati devono rivolgersi unicamente agli indirizzi di cui sopra, tranne che per i cani già iscritti e tatuati con il vecchio sistema.


PASSAPORTO PER CANI GATTI E FURETTI

Dal 1 ottobre 2004 cani, gatti e furetti che dovranno accompagnare il proprietario all’estero dovranno essere muniti di PASSAPORTO PER GLI ANIMALI DOMESTICI, riportante i dati anagrafici dell’animale, con gli estremi del tatuaggio o del microchip e la fotografia (facoltativa), nonché i dati sanitari come la certificazione delle vaccinazioni, delle visite e di altre indicazioni sullo stato di salute dell’animale. Per ottenere il PASSAPORTO, il proprietario dovrà presentarsi al Servizio Veterinario dell’ A.S.L di residenza con il proprio animale, munito di un documento di riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale, nonché, per i cani, del certificato di iscrizione all’anagrafe canina regionale ed alla identificazione con tatuaggio leggibile o microchip.

Le modalità per il rilascio del PASSAPORTO sono consultabili sul sito ufficiale della Regione Piemonte: 

http://www.aslto3.piemonte.it/info/veterinari/sanita.shtml

 

Per chi volesse calcolare l'importo del bollo auto in base alla targa del veicolo, puó utilizzare il servizio on-line del Agenzia delle Entrate.
 
La comunicazione di cessione di fabbricato deve essere compilata e presentata allUFF PM entro 48 ore dalla data di inizio della cessione(affitto,locazione, donazione, comodato etc) in duplice copia. La presentazione è a carico del cedente. tale modello puó essere usato anche per i cittadini della Comunità europea ma non per gli extra-comunitari.
La denuncia di infortunio sul lavoro, che comporta l’inabilità del lavoratore per un periodo superiore a 3 giorni, deve essere segnalata ,entro 2 giorni dall’avvenuto incidente , al Sindaco del Comune nel quale è avvenuto l’infortunio. 
La mancata presentazione, la presentazione tardiva o la denuncia incompleta implica l’applicazione di una sanzione amministrativa in applicazione della legge n.561/93. 
Il datore di lavoro dovrà ritirare presso l’I.N.A.I.L. (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) l’apposito modello, compilarlo seguendo le istruzioni impartite dall’ente, quindi presentarlo sia all’Ente stesso che all’Autorità di Pubblica Sicurezza ( il Sindaco se la località dove è avvenuto l’infortunio non è sede di Commissariato di P.S.). 
Tale richiesta va presentata all'Ufficio PM Vigone dall'invalido con in allegato certificazione medica dell'ASL TO3 attestante che la persona ha effettiva capacità di deambulazione ridotta.
La legge regionale 19 luglio 2004, n. 18 prevede che il proprietario di un cane, anche per il tramite dell’eventuale detentore, sia tenuto a segnalare al Servizio Veterinario dell’ASL di registrazione dell’animale, entro 15 giorni, la morte del medesimo, inviando il modulo cartaceo Allegato 7- Denuncia di morte. La seguente pagina web della Regione Piemonte http://www.arvetpiemonte.it/segnalazioni/decesso offre ai cittadini la possibilità di effettuare la segnalazione di decesso per i propri cani, gatti e furetti in tempo reale e in sostituzione dell’invio dell’allegato 7.
Gli operatori delle ambulanze hanno segnalato che molto spesso, in occasione di incidenti stradali, i feriti hanno con loro un telefono portatile, ma gli operatori non sanno chi contattare tra la lista interminabile dei numeri salvati nella rubrica.
Gli operatori delle ambulanze hanno lanciato l'idea che ciascuno metta, nella lista dei suoi contatti, la persona da contattare in caso d'urgenza sotto uno pseudonimo predefinito. Lo pseudonimo internazionale conosciuto è ICE (In Case of Emergency). E' sotto questo nome che bisognerebbe segnare il numero della persona che operatori delle ambulanze, polizia, pompieri o primi soccorritori potrebbero contattare.
In caso vi fossero più persone da contattare si puó utilizzare la definizione ICE 1, ICE2, ICE3, etc. . ..
Facile da fare, non costa niente e puó essere molto utile.E' una buona idea ed è anche promossa dalle autorità preposte al soccorso.

Fate circolare la notizia in modo che questo comportamento diventi
un'abitudine diffusa."
Con la pubblicazione del D.L.gs 19/12/2002, n. 297, disposizioni modificative del D. Lgs n. 181/2000, sulla Gazzetta Ufficiale n. 11 del 15/01/2003, in vigore dal 30/01/2003, è stata avviata la riforma del collocamento. 

Detta riforma prevede l'abrogazione, a decorre dal 1° febbraio 2003, del libretto di lavoro, nonché delle liste di collocamento. Il tutto viene sostituito dalla scheda anagrafica dei lavoratori (su Sistema informativo lavoro).

Le aziende potranno assumere direttamente i lavoratori rispettando l'obbligo di darne immediata comunicazione al centro per l'impiego. 

I lavoratori in cerca di occupazione potranno rivolgersi direttamente al centro per l'impiego, che provvederà ad inserirli nel proprio archivio per soddisfare le richieste dei datori di lavoro.
Periodo: Giovedì mattina

Piazza Cardinal Boetto 

Posteggi: n. 68 

Settore Alimentare e Non Alimentare
Che cos'è MIP

MiP- Mettersi in Proprio è un servizio di consulenza per sostenere la creazione di nuove imprese nella provincia di Torino. MiP è promosso dalla Provincia di Torino ed è interamente gratuito, grazie a finanziamenti del Fondo Sociale Europeo, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Regione Piemonte previsti dalla Misura D3 del POR Ob. 3 Piemonte.

Le attività di MiP si traducono in:

1. Attività mirate allo sviluppo di nuovi progetti imprenditoriali

- Orientamento e informazioni con il numero verde e il sito www.mettersinproprio.it. 
- Accoglienza in cui discutere con un tutor, grazie ad un incontro di un'ora, la propria idea imprenditoriale e valutarne la concretezza. 
- Accompagnamento e consulenza per verificare la fattibilità e sviluppare tutti gli aspetti del progetto d'impresa fino all'elaborazione del business plan.
- Formazione, come integrazione dell'accompagnamento, per acquisire competenze necessarie alla gestione dell'impresa. 
- Tutoraggio e consulenza dopo l'avvio dell'impresa per un periodo massimo di 24 mesi. Possono avvalersi di questo servizio solo le neoimprese che si sono avviate a seguito del percorso delineato ai punti precedenti e il cui business plan sia stato validato da un'apposita commissione tecnica presieduta dalla Provincia di Torino.
Solo le iniziative imprenditoriali che hanno ottenuto la validazione del business plan possonousufruire, una volta concretizzate in impresa, di specifiche agevolazioni erogate sia a sostegno del reddito dell'imprenditore che a copertura delle spese di avvio e degli investimenti.

2. Attività di carattere generale

Le attività citate sono integrate da altre di carattere generale: eventi di animazione organizzati sul territorio della provincia di Torino; elaborazione di "progetti imprenditoriali tipo" utili per fornire indicazioni a chi per la prima volta si avvicina alla creazione d'impresa (disponibili a partire da fine marzo 2003); supporto alle imprese interessate ad approfondire il tema dello spin off; momenti di diffusione e pubblicazioni in cui sono presentati i risultati raggiunti dal servizio MIP.

A chi si rivolge
Possono accedere ai servizi offerti da MiP uomini e donne, disoccupati e occupati, che intendono realizzare una nuova iniziativa imprenditoriale nella provincia di Torino e sono interessati a valutarne preventivamente la fattibilità. Non possono fruire del servizio i progetti imprenditoriali attinenti i cosiddetti "settori sensibili" ossia: agricoltura, pesca, agroalimentare, fibre sintetiche,industria automobilistica, industria della costruzione navale, industria siderurgica, industria carboniera, trasporti, (per un maggiore dettaglio vedere elenco pubblicato sul sito www.mettersinproprio.it nella sezione "Cosa è Mip").

Come accedere al servizio

Il servizio opera esclusivamente su appuntamento che puó essere fissato attraverso il numero verde 800 146 766 (lunedì 14.30-18.30, martedì- mercoledì- giovedì 9.00-13.00 e 14.00-18.00, venerdì 9.00-13.00), oppure inviando via e mail una richiesta scritta a info@mettersinproprio.it.

Ricordiamo a tutti i cittadini che sono proprietari di cani che è obbligatorio essere in possesso di microchip per ogni cane posseduto. Ció permette in caso di fuga od incidente di poter riconoscere velocemente il proprietario. Il Canile di Cavour , consorziato con il comune di Vigone, effettua il servizio di microchippatura ogni martedi alle ore 14 30 presso lo stesso canile a Cavour in Via Paschere n 46. Spesa prevista euro 3, 50.
In caso di assenza dello stesso la sanzione amministrativa viene comminata in quanto violato l'art. 3 L. R. n. 18 del 19.07.2004 e L.R. 9/2005 art 1, sanzionata dall'art. 12 della L.R. 18 del 19.07.2004 e L.R. 9/2005.
L'inosservanza della prescrizione è punita con la sanzione amministrativa da Euro 38.00 a Euro 232.00 (normalmente 76.00 Euro).
per informazioni Cell. 3394566332 - 3777061343 - rifugiodicavour@alpimedia.it oppure vigili urbani di vigone 3356140800
la domanda di occupazione del suolo pubblico deve essere presentata almeno TRE giorni prima dell'occupazione all'Uff PM di Vigone con allegata planimetria in scala. La domanda deve essere presentata in bollo di euro 16.00.Rimborso spese istruttoria e sopralluogo euro 17,50. Il costo dell'occupazione dipende dal numero dei giorni e dallo spazio occupato e la tariffa deve essere versata sul ccp n 30916100 intestato a comune vigone servizio tesoreria.( delibera GC n 28 del 5.4.2012).
tramite ccp n.21165105 intestato a Ufficio Polizia Municipale Servizio Tesoreria VIGONE
Le modifiche introdotte al Codice della strada dall'agosto 2003 prevedono l'assegnazione di un punteggio iniziale di 20 punti per ciascun titolare di patente di guida. Tale punteggio puó essere soggetto a progressive detrazioni, dovute alla commissione di vari tipi di infrazione durante la guida dei veicoli.

Nel caso in cui si commettano infrazioni che prevedano la decurtazione di punti dalla patente di guida il responsabile della violazione (anche se uguale al proprietario) deve comunicare al Corpo di Polizia Municipale che ha rilevato l'infrazione, le sue generalità ed i dati della sua patente allegando alla dichiarazione fotocopia della propria patente di guida munita di sottoscrizione e certificazione di conformità all'originale.

Nel caso in cui si subiscano decurtazioni di punti dalla patente di guida, dopo 2 anni dall'ultima violazione commessa verranno ripristinati i 20 punti iniziali.

Per conoscere quanti punti risultano presenti sulla propria patente di guida occorre telefonare con il documento alla mano al numero verde 848782782.

Ogni 2 anni di buona condotta (senza aver subito decurtazioni di punti) corrisponderanno ad un incremento di 2 punti del proprio bonus fino ad un massimo di 30.

1. Come si perdono i punti sulla patente di guida ?
Ad ogni patente è assegnato un punteggio iniziale di 20 punti, che diminuisce ogni volta che viene commessa una delle infrazioni indicate in un’apposita tabella dei punteggi del Codice della strada (articolo 126-bis).
Si puó perdere da un punto a dieci punti, a seconda della gravità della violazione commessa.

Per i neopatentati, nei primi tre anni i punti persi per ogni violazione vengono raddoppiati.
Se vengono accertate più infrazioni contemporaneamente possono essere tolti al massimo 15 punti. Se peró tra le infrazioni ce n’è una che comporta la sospensione o la revoca della patente vengono sottratti tutti i punti previsti senza alcuna limitazione.
In ogni caso le decurtazioni possono produrre al massimo l’azzeramento del punteggio che, quindi, non scende mai sotto quota zero.
I punti vengono tolti dalla patente di chi era alla guida al momento dell’infrazione, non da quella del proprietario del veicolo.
Infatti l’organo di polizia stradale (polizia, carabinieri, vigili urbani, etc.) che accerta la violazione consegna al conducente un verbale di multa indicando anche il punteggio da decurtare.

Se non è possibile identificare il conducente il verbale viene inviato al proprietario del veicolo o, nel caso di società, al legale rappresentante dell’azienda, che deve comunicare entro 60 giorni all’organo di polizia che ha accertato la violazione, i dati personali e della patente di chi era alla guida al momento dell’infrazione. Se queste informazioni non vengono comunicate, il proprietario deve pagare una sanzione amministrativa che va da 250 a 1000 euro, ma non perde i punti della patente.

2. Mi è arrivata a casa una lettera che indica quanti punti ho perso: a chi posso chiedere chiarimenti ? 
Qualsiasi segnalazione o richiesta di chiarimenti riguardo la lettera del ministero dei Trasporti che informa della decurtazione punti deve essere rivolta all'organo di polizia stradale (polizia, carabinieri, vigili urbani, etc.) che ha fatto la multa, come è indicato sulla stessa lettera.

Infatti è proprio l’organo di polizia che ha accertato la violazione che registra il punteggio da detrarre dalla patente negli archivi informatici del ministero dei Trasporti. L'operazione è effettuata entro 30 giorni da quando il verbale è diventato definitivo: cioè dopo che è stata pagata la sanzione pecuniaria, oppure gli eventuali ricorsi si sono conclusi in senso sfavorevole per l’interessato, oppure sono scaduti i termini per la loro presentazione.

Successivamente il ministero dei Trasporti, sulla base della decurtazione registrata e senza entrare nel merito dell'operato degli organi di polizia, comunica l'avvenuta riduzione di punteggio con una lettera inviata al domicilio degli interessati.


3. Cosa devo fare se ho perso tutti i punti ?
In questo caso occorre rifare gli esami. Infatti quando tutti i punti della patente sono esauriti scatta l’obbligo di revisione della patente di guida. Il ministero invia al conducente una lettera con la quale lo invita a rifare, entro 30 giorni, gli esami previsti per il rilascio della propria patente. In questo periodo è ancora possibile circolare. Se peró gli esami non vengono sostenuti o non vengono superati la patente è sospesa a tempo indeterminato. 
Dopo aver superato l’esame, sulla patente vengono riassegnati i 20 punti iniziali.

4. Come posso conoscere il punteggio della mia patente ?
Ogni patentato puó controllare in tempo reale il saldo dei propri punti. Basta chiamare da un telefono fisso il numero 848782782, attivo 7 giorni su 7 al costo di una telefonata urbana, oppure consultare il Portale dell'automobilista, sito web del ministero dei Trasporti dedicato alle pratiche on line del settore motorizzazione.

5. Come si recuperano i punti persi ?
Se sono stati persi dei punti, ma il punteggio non è esaurito, per recuperare è possibile frequentare corsi speciali presso autoscuole o altri centri autorizzati dal ministero dei Trasporti. Questi corsi consentono di recuperare 6 punti a chi ha la patente A o B, 9 punti a chi possiede la patente C, C+E, D, D+E o la patente B con il certificato di abilitazione professionale.
Inoltre, sempre nel caso in cui il punteggio non sia azzerato, è possibile ripristinare il punteggio iniziale se per due anni dall’ultima infrazione non si commettono violazioni che fanno perdere punti.

6. Come funziona il "bonus per buona condotta" ?
Ai conducenti che hanno mantenuto intatto il proprio punteggio viene automaticamente attribuito un "bonus" di 2 punti ogni due anni trascorsi senza infrazioni che fanno perdere punti. Con questo sistema si possono raggiungere al massimo 30 punti.

Il Comune di Vigone ha realizzato un sistema di
videosorveglianza del territorio comunale e dei palazzi comunali per la tutela
del patrimonio pubblico, la prevenzione e repressione di attività illecite, il
controllo e il miglioramento della viabilità urbana.



Il sistema è composto da una centrale operativa per la visualizzazione e il
controllo delle immagini, collocata presso il Comando della Polizia Municipale
e un insieme di telecamere digitali controllate a distanza e connesse
esclusivamente alla rete telematica comunale.



Presso la centrale operativa è possibile visualizzare le immagini di tutte le
telecamere, brandeggiare (in orizzontale ed in verticale) le telecamere mobili,
analizzare le registrazioni.



L’impianto è dotato di un sistema centralizzato di registrazione su disco per
consentire la memorizzazione in modo sicuro delle riprese effettuate da tutte
le telecamere.



Le telecamere sono installate nelle seguenti aree
cittadine e palazzi comunali: 



Piazza Palazzo Civico



Via Umberto I angolo Pzza palazzo Civico



Piazza Baretta



Via Villafranca angolo Via Santa maria



Via Pinerolo



Via Pancalieri



Le telecamere consentono riprese video anche con
scarsa illuminazione notturna.



L’intero sistema viene gestito nel pieno rispetto
della legge sulla privacy: l’accesso alle centrali di controllo e ai dati
raccolti e trattati è consentito esclusivamente ai responsabili del trattamento
dei dati del Corpo della Polizia Municipale.



L’archivio dei dati registrati costituisce, inoltre,
per il tempo di conservazione stabilito (7 giorni), un patrimonio informativo
per le finalità di polizia giudiziaria con eventuale informativa nei confronti
dell’Autorità giudiziaria competente a procedere in caso di rilevata
commissione di reati.



 

Se volete ulteriori informazioni vi consigliamo di visitare:

PRONTO TPL PIEMONTE
http://www.regione.piemonte.it/tplpiemonte
Informazioni sui Trasporti Pubblici Locali della Regione Piemonte. Trovate percorsi ed orari di bus e treno. Potete anche chiamare il numero verde 800 990097 per avere ulteriori informazioni.

ORARIO INTEGRATO Provincia Torino
http://www.provincia.torino.it/trasporti/orari/index.htm
Pubblica l'Orario Integrato del Trasporto Pubblico Provinciale circa l'offerta del trasporto locale di competenza amministrativa della Provincia di Torino. Numero verde: 800 292720.


. . . oppure potete contattare direttamente le autolinee interessate:

Linea Torino-Airasca-Villafranca-Saluzzo

BUS COMPANY SRL
Villafranca P.te (TO). Via Vigone 8,
10068. tel. 011/9800000-9800890
fax 011/9808085
Web: http://www.buscompany.it


Linea Vigone-Pinerolo

SADEM Autolinee
C.so Torino, 396 - 10064 Pinerolo (TO)
Tel. 0121.322032 - fax 0121.398644

http:www.sadem.it

BIGLIETTERIE 
• Tabaccheria PAMPIGLIONE  - Via Umberto I, 23 - Tel. 011980 94 79- (Sadem)
• Tabaccheria PARTITI - Via Umberto I, 33  - Tel. 011/980 95 69 - (Bus Company)

Città di Vigone - Piazza Palazzo Civico, 18 - 10067 Vigone (TO)
  Tel: 011.98.04.269   Fax: 011.980.27.24
  Codice Fiscale: 85003470011   Partita IVA: 04004340016
  P.E.C.: comunevigone@postecert.it   Email: segreteria@comune.vigone.to.it
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento